Strategie di marketing

Ogni imprenditore si fissa degli obiettivi (chiari o occulti che siano) ed ogni obiettivo aziendale si può traformare in un obiettivo di marketing. Per ottenere i risultati prefissati, si devono stabilire delle strategie di marketing, che sono le operazioni coordinate attraverso le quali un’azienda riesce a comunicare all’esterno il valore del suo prodotto.

Le strategie di marketing

Il discorso è molto complesso, ma si in generale si può riassumere in 3 strategie principali:

Strategie di marketing indifferenziato

Con questa strategia ci si concentra soprattutto sulla diffusione del messaggio, senza preoccuparsi troppo della tipologia di target della clientela.

Pensa ai mono-prodotti di largo consumo (es. Nutella, il Pub che sta dietro casa o l’avvocato civilista).

I prodotti ed i servizi promossi sono spesso di larga diffusione e poco differenziati (spesso legati a mono produzione), facilmente accessibili al pubblico e non necessitano di una particolare gestione della clientela.

Come si fa: Vengono realizzati messaggi pubblicitari che esaltino i vantaggi competitivi, ma al contempo che siano generici, per interessare la più ampia fetta di popolazione possibile. Questi messaggi vengono veicolati attraverso canali di comunicazione non specifici (TV, radio, distribuzione porta a porta e tutti quegli strumenti che permettono di raggiungere un amplia gamma di utenti senza specifiche caratteristiche).

Il vantaggio di queste strategie sta nei bassi costi di “gestione del marketing” e nella possibilità di limitare gli spazi di manovra ai propri competitor. Ne guadagna anche la riconoscibilità del marchio.

Gli svantaggi sono legati al fatto che, essendo mono prodotti o servizi di massa sono poco personalizzati e di conseguenza si distinguono poco da prodotti o servizi dei propri competitor. Il rischio di disaffezione è quindi dietro l’angolo.

C’è da aggiungere che questa strategia sta perdendo molto piede recentemente, a favore di quella differenziata.

Strategie di marketing differenziato

Con questa strategia si considera il mercato come unico, ma con  una gamma diversificata di target di clientela nel suo interno. Vengono quindi diversificati i prodotti ed i servizi in maniera tale che possano soddisfare esigenze diverse.

Prendi il caso dei biscotti della Mulino Bianco: sempre di biscotti si parla, ma sono differenti per poter soddisfare gusti diversi. Un esempio analogo può essere quello di uno studio di avvocati, ognuno dei quali è specializzato in una branca diversa del diritto.

Come si fa: Vengono realizati messaggi diversificati e specifici per ogni target di clientela (per i giovani dai 16 ai 18 anni, per le persone facoltose, per le donne…) che vengono poi veicolati attraverso canali di comunicazione di massa.

I vantaggi di questa strategia comprendono una maggiore penetrazione del mercato rispetto al marketing indifferenziato ed una maggiore fidelizzazione della clientela.

Gli svantaggi di questo tipo di azione sono legati ai costi di produzione e gestione ed a quelli di marketing. Inoltre, si rischia di confondere il consumatore facendo perdere forza alla propria brand identity.

Strategie di marketing concentrato

Il marketing concentrato prevede la specializzazione di un determinato prodotto o servizio orientato al target di clientela.

Pensa ad un barbiere Hipster o ad una azienda che si occupa dello smaltimento di rifiuti farmaceutici.

Come si fa: viene studiato un messaggio specifico per la vostra clientela target e veicolato attraverso i canali che possono raggiungerli (fiere, portali di settore, appuntamenti diretti con il cliente)

Fra i vantaggi di questa strategia c’è la possibilità di utilizzare le economie di scala e grazie alla noma di “esperto di settore” un grande ritorno di immagine.

Gli svantaggi invece sono legati alla non frammentazione del rischio di impresa e al mono prodotto. Se sei un barbiere hipster e cambia la moda o ti rigeneri o chiudi.

Seguiranno alcuni articoli che ti aiuteranno a ottimizzare le tue strategie.

Marketing strategico: 5 consigli per vendere di più!

5 consigli per far sì che i clienti comprino quello che vogliamo noi Esporre i prodotti può sembrare un’operazione molto semplice, ma in realtà e ciò che può dare la spinta finale alle vendite. Lo shelf marketing (posizionamento nelle scaffalature) è una nuova disciplina nata per studiare come la gestione dei prodotti sullo scaffale possa impattare sulle vendite, in modo da pianificare il tuo marketing strategico. Continuando nella lettura di questo articolo, troverai 5 semplici consigli che ti permetteranno vendere al […]

Continua a leggere

Investire in pubblicità: impossibile fare a meno della comunicazione

Perché investire in pubblicità è così importante? L’esigenza primaria delle aziende è quella di tagliare le spese, soprattutto quelle non produttive, quando si affronta un periodo aziendale non praticamente florido. Dunque, una delle prime operazioni ad essere tagliate è solitamente la spesa pubblicitaria, ma questa scelta potrebbe rivelarsi controproducente. Proprio per questo risulterà vitale investire in pubblicità. L’importanza di investire in pubblicità Non comunicare significa tacere e tacere equivale a non esistere. Un’adeguata attività di comunicazione quindi è imprescindibile non […]

Continua a leggere

Come rilanciare un negozio in crisi contro internet e i centri commerciali

La più grande sfida che attualmente devono affrontare i piccoli commercianti locali è quella contro i giganti del web e i centri commerciali che negli ultimi anni hanno sottratto loro la maggior parte dei clienti: vediamo quindi come rilanciare un negozio in crisi contro internet e le grandi catene! I centri commerciali, con i loro grandi spazi adatti alle famiglie, gli ampi parcheggi gratuiti, le offerte e i negozi di richiamo sono diventati per molti una meta dove passare il […]

Continua a leggere

Come aumentare le vendite sfruttando la zona cassa

Se c’è una cosa che i piccoli negozi dovrebbero imparare dalla grande distribuzione su come aumentare le vendite è l’utilizzo strategico della zona cassa. Abbiamo tutti presente il modo in cui i supermercati sfruttano quegli ultimi metri prima dell’uscita per invogliare l’utente a fare almeno un ultimo acquisto. Quella dell’avancassa è infatti una zona ad alta vendita, dove è importante capire come posizionare la merce e a quale prezzo. L’acquisto di impulso L’acquisto in zona cassa non è pianificato, ma […]

Continua a leggere

Come fare una vetrina: scopri tutti i segreti!

Sapere come fare una vetrina è molto importante. La vetrina è il primo punto di contatto con i clienti e, un po’ come la copertina di un libro, spesso fa la differenza nella scelta di una persona di soffermarsi o proseguire oltre. Per questo motivo devi organizzarla a dovere e non lasciare niente al caso! Esporre troppo significa non esporre niente Iniziamo con una piccola regola semplice da ricordare: la vetrina non è un posto dove mostrare tutto quello che […]

Continua a leggere

Come aumentare le vendite cambiando la disposizione dei prodotti

Ti sei mai chiesto come aumentare le vendite? In un periodo come quello attuale, nel quale centri commerciali e negozi online sembrano farla da padroni, adottare alcune tecniche per aumentare le vendite può darti una marcia in più. E se ti dicessi che il modo in cui disponi la merce all’interno del tuo negozio ha una influenza sul tuo fatturato? Organizzare la disposizione dei prodotti in un punto vendita può apparire una operazione banale e senza alcun bisogno di studio […]

Continua a leggere

Che cos’è la proposta unica di valore?

Il punto di partenza per sviluppare un piano marketing efficace è avere ben chiari gli obbiettivi che si vogliono raggiungere e i bisogni che si è già in grado di soddisfare. Tutto questo è riassunto in una sola frase: la proposta unica di valore. A cosa serve la proposta unica di valore? La proposta unica di valore trasmette ciò che l’azienda vuole comunicare al cliente target. Il cliente che legge una proposta unica di valore efficace penserà che non può […]

Continua a leggere

Progetti di marketing: Coop e la sua attenzione al cliente

Negli articoli precedenti abbiamo parlato della strategia premium price, oggi toccherà all’attenzione verso il cliente. Come ben sai investire sul cliente può generare molto valore. Come? Attraverso la fidelizzazione. Un cliente fidelizzato tenderà ad acquistare prodotti sempre dallo stesso fornitore e contemporaneamente farà da promoter con amici e conoscenti. Il modello dell’attenzione al cliente nei progetti di marketing Investire su chi ti fa guadagnare L’attenzione all’utente finale non riguarda solo il post acquisto. Questi servizi devono essere forniti costantemente. Si deve approfondire, dunque, […]

Continua a leggere

Marketing mix: Coca-Cola e la sua differenziazione orizzontale

In questo articolo parleremo di come vendere un prodotto cercando di coprire tutti i possibili bisogni dei clienti. Non c’è niente di meglio che imparare dai migliori, quindi oggi analizzeremo Coca-Cola e il suo marketing mix. Utilizzare questa strategia di marketing può essere uno strumento utile per riuscire a vendere a tutti i tipi di clienti disponibili. Tuttavia, la vendita di beni diversi può far lievitare di molto i costi di produzione, trasporto e comunicazione. Differenziazione orizzontale: il marketing mix di […]

Continua a leggere

Red Bull, premium price e target definito: strategia marketing

In questo articolo voglio proseguire il percorso sul piano marketing che ho iniziato con “Esempio di piano marketing: cosa fanno le grandi aziende?” e nello specifico voglio parlarti della strategia di marketing di Red Bull. Red Bull adotta una precisa strategia marketing finalizzata all’ottenimento di un utile superiore alla media del proprio settore. Proseguendo nella lettura di questo articolo ti darò alcuni consigli su come poter raggiungere lo stesso risultato. Il suo mix strategico è composto da pricing e comunicazione. […]

Continua a leggere
1 2 3